La regola è sempre la stessa: se qualcosa può andar male, andrà male! Dannato Murphy che mi fai stallonare dopo appena 300 metri! D’altronde a me piace il mastice stagionato tipo parmesan cheese, 1 anno o due di riposo per renderlo saporito al punto giusto. Il Santo Mastice che andrebbe cambiato annualmente, anzi dicono ogni 6 mesi, alcuni lo cambiano ogni mese mentre ho letto di certi meccanici lassù nella Vallonia che aggiungono druidi loschi al mastice per farlo aderire meglio… Ma lasciamo stare la mistica del mastice, per tuffarci in quella del rapporto corona pignone, anzi no, lasciamo stare anche le combinazioni matematiche perche tanto fanno sempre 2:1! L’ uomo si complica  la vita cambiando la guarnitura rotta la sera prima dell’ evento, tanto sviti una e metti l’altra perché sono uguali no? No, Non sono mai uguali, sembrano ma non lo sono, “same same, but different”….pheega! Quindi mai dire mai e mai trascurare il mezzo perché il pericolo è in agguato ad ogni curva, ad ogni buca, ad ogni pozzanghera, e le gufate sono tante, partono dalla brioche del mattino, dalla ciabatta destra infilata col piede sinistro , e peggio di una tombola dove non sai mai cosa succede e magari esce il 71 mentre tu vorresti il 28.  Forse non dovevo portare la macchina fotografica come piano B, just in case succede qualcosa alla bici e allora mi metto a far due foto. Queste dannate foto, comincio ad odiarle specialmente quando vorrei essere dall’ altra parte dell’ obbiettivo, ma poi arriva il momento del pranzo è tutto si sistema con un brindisi a Rockville, a Spiedo, alla vita, alle sfighe e alla fortuna di esserci anche quest’ anno.  La prossima volta andrà tutto bene. La prossima volta non farò foto, se Murphy vuole, o forse si perché così va la vita.